LA VITA DI UN ITALIANO "DI SINISTRA"
“FATTI NON FOSTE A VIVER COME BRUTI, MA PER SEGUIR VIRTUTE E CANOSCENZA” 
Dante-Inferno-Canto XXVI-Capoverso 110

Benvenuti a tutti gli internauti qui approdati, e grazie per la visita al mio sito personale.
Mi chiamo Giuseppe MORABITO e sono nato il 2 maggio 1943 a
CASALNUOVO d’AFRICO: paese alle falde dell’Aspromonte in provincia di Reggio Calabria, da Rocco MORABITO e da Grazia MOLLICA.

pastedGraphicDiscendo, in estrema sintesi, da quella dinastia che molti secoli fa dette vita ad un paesello di nome Tignano, e poi a Casalnuovo, i cui abitanti, che venivano chiamati tignanisi, “combatterono contro gli arabi”. Tignano era sito su un colle pianeggiante di fronte ad Africo, e i due paesi erano separati dal fiume Aposcipo.

Lo studioso Giuseppe Dieni afferma che “i cittadini di Africo dovrebbero essere gli antichi italioti, rimasti puri senza confusione di sangue con altre razze". Il nome Africo, secondo il Dieni, deriva da "Aphrocos", che significa schiuma, il fiore della nostra antica stirpe. Il Dieni sostiene inoltre che “nel periodo arabo (800 d.C.) sambali e africoti stavano insieme in alta montagna in contrada Arcà in un villaggio di cui si è perduta ogni traccia chiamato Pietracucca, al di qua del torrente Aposcipo. Per questo gli africesi venivano chiamati "Chucchi”. Pietracucca fu distrutta nella primavera del 952 d.C. dai saraceni e, a seguito di questo evento, nacquero alcuni casali fra i quali il Salvatore, ossia Casalnuovo, i cui abitanti venivano chiamati “Tignanisi”.

Insieme al desiderio di far conoscere, anche se in modo parziale, la storia sociale e umana del paese che mi ha dato i natali; in quanto discendente dei “Tignanisi” , voglio anche far conoscere la mia storia personale e umana: che è la storia di uno dei tanti italiani (per bene) che ha dedicato parte della sua vita alla "Politica", col solo desiderio di contribuire a costruire una Società più giusta, più democratica, più libera e maggiormente solidale, e comunque migliore di quanto l'ha trovata. Impegno che ho assolto con serietà, onesta, capacità, e solo per passione politica

pastedGraphic Ho sempre cercato di vivere la mia vita, seguendo il pensiero di Antonio Gramsci, da “Partigiano”: da protagonista attivo nella vita sociale, politica e culturale con la consapevolezza di un cittadino che, in quanto tale, è detentore tanto dei doveri che dei diritti garantiti dalla Costituzione repubblicana, nata dalla Resistenza.
La mia è comunque la storia di uno dei tanti milioni di persone oneste e per bene che non ha mai pensato di fare politica “perché fare politica conviene”; che non ha mai tratto nessun beneficio dal suo impegno politico e amministrativo svolto nella sua città; e che solo grazie alle sue doti e capacità personali ha partecipato, per due cicli amministrativi, all’amministrazione della sua città come Consigliere comunale, grazie al sostegno di molte centinaia di persone.
Durante gli anni di questo impegno (1993/2002), grazie alle amministrazioni dei sindaci Adriano Sansa e Giuseppe “Beppe” Pericu, ho contribuito in modo serio, responsabile ed onesto alla trasformazione post industriale di Genova, fino a farla diventare una fra le più belle città dell’Europa.

A Casalnuovo ho vissuto fino all’età di 8 anni quando, nel 1951, a causa di una devastante ALLUVIONE che ha devastato i due paesi e le campagne limitrofe, sia Casalnuovo che Africo, che era il capoluogo del comune, sono stati abbandonati dagli abitanti. Dopo alcune settimane trascorse nelle scuole di Bova superiore, la mia famiglia si è trasferita a Bova Marina (RC), in quello che fu chiamato “Campo” profughi realizzato in un antico seminario e da baracche in legno. Lì ho vissuto fino all’età di 15 anni, frequentando le scuole elementari e in seguito le Scuole medie presso l’Istituto scolastico Salesiano “Don Bosco”, dove ho conseguito il diploma.
Dal 1958 vivo a Genova: una fra le più belle città d'Europa, che è sempre stata città accogliente, democratica, culturalmente e socialmente aperta. Abito nel quartiere di San Fruttuoso insieme a
Giunto a Genova ho iniziato a lavorare facendo, nel tempo, diversi lavori in aziende metalmeccaniche (tubista in impianti industriali, navali, di riscaldamento; in edilizia, in fonderia, ecc.) prima di trovare lavoro stabilmente, a seguito di un concorso pubblico, nelle Ferrovie dello Stato dove ho lavorato dal 1968 al 1993.

pastedGraphicAttualmente, sono in pensione dopo aver lavorato, da quando avevo 15 anni, in diversi posti di lavoro con prevalenza nel settore dei metalmeccanici, prima di lavorare definitivamente, dal 1968 al 1993, nelle Ferrovie dello Stato.

Ho deciso di pubblicare questo sito con lo scopo di far conoscere la storia del paese dove sono nato, perché è la storia di un sito e di una comunità dalla storia millenaria le cui origini derivano da antiche civiltà. Insieme a questi ho voluto proporre altri aspetti della mia vita che hanno composto il titolo del sito: “La vita di un italiano di sinistra”.
Insieme agli argomenti accennati, con questo sito voglio far conoscere anche la mia storia personale, che è la storia di uno dei tanti italiani che hanno dedicato parte della propria vita alla "Politica" col solo desiderio di contribuire a migliorare le condizioni di vita e di lavoro dei lavoratori e a costruire un Paese migliore, più giusto, più democratico, più solidale; migliore di quanto i nostri avi ce l’hanno consegnato.
Sono stato eletto Consigliere Comunale di Genova per due cicli amministrativi consecutivi, durante i quali ho contribuito in modo serio, onesto, responsabile e competente alla sua crescita e alla sua trasformazione post-industriale, fino a farla diventare una fra le più importanti e belle città dell’Europa. 


pastedGraphicEssendo un convinto democratico, che si è sempre ispirato ai valori e ai principi della Costituzione italiana, e contro ogni forma di razzismo e d'intolleranza, la mia collocazione politica non poteva che essere a “Sinistra”. Per tali motivi, dopo essere stato iscritto dal 1962 al 1968 alla Federazione Giovanile Comunista Italiana (FGCI), nel 1968 mi sono iscritto al Partito Comunista Italiano (PCI) e, dopo il suo scioglimento, al Partito dei Democratici di Sinistra (PdS) e in seguito, nel 1998, ai Democratici di Sinistra (DS).

Nel 2007 sono stato un convinto socio fondatore del Partito Democratico (PD), del quale sono stato iscritto fino al 2017 quando, dopo aver cercato con la Sinistra del partito a cambiare la linea politica che il segretario M. Renzi aveva imposto, ho partecipato alla nascita di Articolo Uno, anche per la stima politica e culturale che nutro nei confronti di alcuni suoi dirigenti come Pier Luigi Bersani, Massimo D’Alema, Roberto Speranza e a tanti miei amici e compagni genovesi che hanno avuto condiviso la scelta comunista e i tanti giovani che si erano avvicinati al Pd che condividevano i valori e le idealità del PD.
In questo "Viaggio" ho voluto proporre un percorso attraverso i vari periodi della mia vita che vi invito a seguire cliccando sulle diverse finestre:

IO (Chi sono) –
DOVE (Da dove provengo) –
STUDIO (L’Età dello Studio e del Lavoro) –
IMPEGNO (L’Impegno Sociale e Politico) –
POLITICA (La Riflessione Politica) –
AMMINISTRATORE (L’Impegno Amministrativo) –
PASSIONI (Cosa mi piace Fare) –
SAGGEZZA (l’Età della Saggezza).
A parte gli argomenti trattati in queste finestre, si può consultare anche la mia “
GALLERIA FOTOGRAFICA”, e “scaricare” alcuni dei miei lavori “storici” e consultare i miei Link preferiti. 
Ho voluto proporre questo “Viaggio” consapevole dell’importanza e del valore e storico che la “Memoria” rappresenta per ogni cittadino e per qualsiasi popolo, e condividendo convintamente il verso 119 del canto XXVI dell’inferno di
Dante riportato all’inizio di questa mia Homepage “Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza” ma anche il Monito contenuto nella Bibbia: «Guardati e guardati bene dal dimenticare le cose che i tuoi occhi hanno visto: non ti sfuggano dal cuore, per tutto il tempo della tua vita. Le insegnerai ai tuoi figli e ai figli dei tuoi figli!» (Deuteronomio 4,9). 
Se volete scambiare idee, opinioni o informazioni sono presente anche su 
facebook
Grazie a tutti per l’attenzione dedicata e per gli eventuali e graditi contributi che potranno arricchire queste testimonianze.
Settembre 2021

Il presente sito Web archivia cookie sul computer dell'utente, che vengono utilizzati per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito e ricordare i comportamenti dell'utente in futuro. I cookie servono a migliorare il sito stesso e offrire un servizio più personalizzato, sia sul sito che tramite altri supporti. Per ulteriori informazioni sui cookie, consultare l'informativa sulla privacy e la cookie policy.

Se non si accetta l'utilizzo, non verrà tenuta traccia del comportamento durante visita, ma verrà utilizzato un unico cookie nel browser per ricordare che si è scelto di non registrare informazioni sulla navigazione.